Altruismo e benessere

Reprodução BV

dott. Jorge Moll Neto

Chi non ha mai provato una sensazione di benessere nel soccorrere un proprio simile sia attraverso una parola d’incentivo oppure un’incisivo atto di sostegno e soccorso? Orbene, questo sentimento piacevole è stato oggetto di uno studio condotto dal neuroscienziato brasiliano Jorge Moll Neto, MD e Ph.D., ricercatore dell’Istituto Nazionale della Sanità degli Stati Uniti. È anche presidente dell’Istituto D’Or di Ricerca ed Insegnamento. Il lavoro è stato pubblicato sulla rivista scientifica PNAS (Proceedings of the National Academy of Sciences of the United States of America).

Il sito dell’Accademia Brasiliana delle Scienze pubblica la seguente conclusione del dott. Moll Neto: «Oggi sappiamo che le buone azioni sono collegate ad un benessere più prolungato di quello derivante dalle conquiste private, che hanno un effetto momentaneo. Noi crediamo che tale scoperta possa avere un’applicazione molto ampia in termini di qualità di vita e di altruismo».

Il mondo ha bisogno di compassione
Giovanni Vale / Shutterstock.com

Ricerche di quest’importanza arrecano un insegnamento significativo non solo per farci sapere il sentimento benefico che ci coinvolge, bensì per ciò che questo può rappresentare effettivamente e concretamente per il miglioramento della società. Nel mio saggio letterario «O Capital de Deus»  [Il Capitale di Dio] (Casa Editrice Elevação) asserisco: Quello di cui alcuni a tutt’oggi non si rendono ancora conto è che la Carità è sinonimo di Amore, e per questo la disdegnano come se potessero viverne senza. E chi può vivere senza Amore? La persona che dice di non voler essere amata o mente oppure è ammalata il che, secondo me, è lo stesso. Chi mente non è in buona salute. Però nel Nuovo Comandamento di Gesù«Amatevi come Io vi ho amato. Soltanto così potrete essere riconosciuti come miei discepoli» (Vangelo secondo Giovanni, 13:34 - 35) ─ l’essere umano ama l’essere umano con l’Amore che il Padre Celestiale plasmò quale realtà divina affinché ognuno di noi possa seguirlo.

Tela: Mathieu Ignace Van Brée (1773-1839)

Questo sentimento eccelso costituisce l’espressione innalzata di solidarietà, fraternità, compassione, generosità [...]. E tutto ciò significa istinto di sopravvivenza poiché si tratta del rispetto che ogni cittadino deve avere verso gli altri.

José de Paiva Netto è scrittore, giornalista, conduttore radiofonico, compositore e poeta. È presidente della Legione della Buona Volontà (LBV) e membro effettivo dell’Associazione Brasiliana di Stampa (ABI), della Associazione Brasiliana di Stampa Internazionale (ABI-Inter), della Federazione Nazionale dei Giornalisti (Fenaj), della International Federation of Journalists (IFJ), del Sindacato dei Giornalisti Professionali dello Stato di Rio de Janeiro, del Sindacato degli Scrittori di Rio de Janeiro, del Sindacato dei Radiocomunicatori di Rio de Janeiro e dell’Unione Brasiliana dei Compositori (UBC). Inoltre fa parte dell’Accademia di Lettere del Brasile Centrale. É un autore riconosciuto internazionalmente per la concettualizzazione e la difesa della causa della Cittadinanza e della Spiritualità Ecumeniche che, secondo lui, costituiscono «la culla dei valori più generosi che nascono dall’Anima, la dimora delle emozioni e del raziocinio illuminato dall’intuizione, l’atmosfera che avvolge tutto ciò che trascende il campo volgare della materia e proviene dalla sensibilità umana elevata, ad esempio della Verità, della Giustizia, della Misericordia, dell’Etica, dell’Onestà, della Generosità, dell’Amore Fraterno».