L’Ideologia delle ideologie

Durante le festività dei 21 anni del Tempio della Buona Volontà, mi sono espresso al riguardo della visione ampia che abbiamo nei riguardi di quello strumento cosiddetto Carità all’emergere di una coscienza globale, sebbene con praticità comunitaria, che rivesta con il cemento armato dell’altruismo le strade che saranno percorse dalle future generazioni: Amore, Armonia, Solidarietà, Spirito di Giustizia alleato alla Bontà e giammai alla vendetta; Libertà con rispetto verso gli altri Esseri Umani; Verità senza fanatismo sociale, politico, filosofico, religioso o scientífico; aiuto a quelli che soffrono nel corpo o nell’anima; Politica ed Economia, seguite dalle virtù della Correttezza e della Generosità; Istruzione, Educazione, Rieducazione conforme la Fraternità Ecumenica; quindi tutto ciò che in Pace o in guerra rende la creatura forte sulla Terra e nel Mondo Invisibile, il quale non è un’astrazione, forma il conclusivo concetto di ideologia per il Cittadino dello Spirito: Carità, ovvero l’aria morale che, come esseri veramente civilizzati, dobbiamo respirare.

IL MONDO SI FELICITA PER I 21 ANNI DEL TBV

L’emozione, la Fede Realizzatrice ed il sentimento di speranza nella costruzione di un mondo migliore hanno ispirato la cerimonia solenne delle commemorazioni del TBV sabato 23/10, a Brasília/DF. Migliaia di pellegrini giunti da varie parti del Brasile e dall’estero hanno gremito i locali del Tempio della Pace – acclamato dal popolo come una delle Sette Meraviglie della capitale brasiliana – e del Parlamento Mondiale della Fraternità Ecumenica, il ParlaMundi della LBV. È stato possibile seguire questo straordinario spettacolo di Spiritualità Ecumenica da tutti i punti del pianeta, attraverso la Super Rete Buona Volontà di Comunicazione (radio, TV ed internet — www.boavontade.com).

Il Portale Buona Volontà ha ricevuto molte manifestazioni, giunte da diversi paesi, che hanno messo in risalto il valore del messaggio di Pace e di Ecumenismo che il TBV trasmette ai popoli. Da New Jersey/USA la giovane Mariana Malaman ha inviato il seguente messaggio: “Mia sorella Sâmara; mia madre Conceição; mia nonna Osmira; i miei cugini Adrian e Bryan Fernandez de Albuquerque ed io, stiamo vedendo la programmazione del 21º anniversario del Tempio della Buona Volontà. Siamo molto felici di poter seguire questa Festa Spirituale! Grazie di tutto e che Dio continui sempre a benedire il TBV con la Sua Luce infinita d’Amore, radunando tutti in un Unico Gregge di Gesù!”.

Ci è giunta anche dall’Irlanda un' e-mail dai giovani Emídio Valereto Neto e Lívia Bueno Dourado: “Siamo molto felici di poter seguire questa festa delle Umanità del Cielo e della Terra”.

INTERNAUTI APPLAUDONO IL TEMPIO DELLA PACE

                                                   

Con questo titolo il Portale Bona Volo ( www.boavontade/esperanto ) ha riportato un bell’omaggio fatto dagli esperantisti sparsi in tutto il pianeta alla Piramide della LBV. Sono congratulazioni giunte dall’Australia, dall’Austria, dalla Germania, dal Belgio, dalla Bulgaria, dal Canada, dalla Cina, da Cuba, dalla Slovacchia, dalla Spagna, dall’Estonia, dalla Francia, dall’Olanda, dall’Ungheria, dall’Iran, dal Giappone, dal Nepal, dalla Polonia, dalla Repubblica Ceca, dalla Romania e dalla Russia. Da segnalarsi, anche, la presenza di pellegrini arrivati dall’Argentina, dall’Uruguay, dal Paraguay, dalla Bolivia, dal Portogallo e dagli Stati Uniti.

“NOSSO LAR”

Simone Barreto, dell’Ufficio Relazioni Fraternali della LBV a Rio de Janeiro, mi comunica che “il 6/10 c’è stato il lancio di ‘Nosso Lar, bastidores do filme’ (‘Il Nostro Focolare, i retroscena del film’). Il libro, scritto dal giornalista Wagner de Assis, descrive la produzione del lungometraggio da lui diretto basato sul libro di Chico Xavier ‘Nosso Lar’, dettatogli dallo Spirito André Luiz, che riproduce la vita in una colonia spirituale”.

Alan Lincon

Wagner de Assis

“Devo ringraziare molto la LBV per l’appoggio e la divulgazione che sta facendo del film”, ha segnalato l’autore.

Mi è giunta in mani una copia del libro con la fraterna dedica: “A Paiva Netto tutto il mio affetto, ed i ringraziamenti per condividere questa storia. Grato, Wagner de Assis. 6/10/10”.

Caro Wagner, l’arte d’intepretare è anche un sacerdozio. Del resto, la drammaturgia si dimostra un eccellente strumento di spiritualizzazione delle masse.

José de Paiva Netto è scrittore, giornalista, conduttore radiofonico, compositore e poeta. È presidente della Legione della Buona Volontà (LBV) e membro effettivo dell’Associazione Brasiliana di Stampa (ABI), della Associazione Brasiliana di Stampa Internazionale (ABI-Inter), della Federazione Nazionale dei Giornalisti (Fenaj), della International Federation of Journalists (IFJ), del Sindacato dei Giornalisti Professionali dello Stato di Rio de Janeiro, del Sindacato degli Scrittori di Rio de Janeiro, del Sindacato dei Radiocomunicatori di Rio de Janeiro e dell’Unione Brasiliana dei Compositori (UBC). Inoltre fa parte dell’Accademia di Lettere del Brasile Centrale. É un autore riconosciuto internazionalmente per la concettualizzazione e la difesa della causa della Cittadinanza e della Spiritualità Ecumeniche che, secondo lui, costituiscono «la culla dei valori più generosi che nascono dall’Anima, la dimora delle emozioni e del raziocinio illuminato dall’intuizione, l’atmosfera che avvolge tutto ciò che trascende il campo volgare della materia e proviene dalla sensibilità umana elevata, ad esempio della Verità, della Giustizia, della Misericordia, dell’Etica, dell’Onestà, della Generosità, dell’Amore Fraterno».