La morte è un’utopia

Nella storia dell’Antico Egitto, con le sue sorprendenti, secondo gli studiosi di oggi, costruzioni piramidali, possiamo trovare molti indizi della credenza nella Vita Eterna.

A Brasilia, in Brasile, il Tempio della Buona Volontà, il TBV, la Piramide delle Anime Benedette, degli Spiriti Luminosi, è un avanzamento in questo senso. Uno degli aspetti più differenti si trova nella sua universalità. Migliaia di anni or sono le piramidi, chiamiamolo così, con il loro simbolismo di esistenza perenne, erano un privilegio per pochi. Mentre invece il messaggio del TBV di Ecumenismo Totale accoglie l’Umanità. Il culto alla morte, caratteristica di un passato distante, ha dato luogo alla dinamica della vita in pienitudine.

Vivian R. Ferreira

SEXTA-FEIRA, 7 — O movimento começou cedo no Conjunto Ecumênico Boa Vontade. Peregrinos do Brasil e do mundo querem aproveitar ao máximo a visita ao Templo do Ecumenismo Divino para orar e reabastecer as energias.

Nel Tempio della Pace la vitalità umana e spirituale è alimentata dal potere misericordioso del «Grande Architetto dell’Universo», come dicono i fratelli massoni. Su una delle sue pareti feci fissare questa direttiva, ispirata a Gesù (Vangelo secondo Giovanni, 4:23 e 24): «In questo Tempio anche le pietre conclameranno che Dio è Spirito e come tale dev’essere adorato: in Spirito e Verità».

L’Ecumenismo dei Cuori, nel TBV, illuminato dalla consapevolezza della vita immortale non è un’utopia, ma una pratica quotidiana. Le creature sono rispettate davvero. Giammai esclude; anzi, aggrega la saggezza originata dalle linee di pensiero più svariate.

Clayton Ferreira

Nestor João Masotti

Chi condivideva questa iniziativa di unione era il nostro indimenticabile amico dott. Nestor João Masotti, ex presidente della Federação Espírita Brasileira (FEB, Federazione Spiritica Brasiliana). Lui è tornato al Mondo Spirituale il 3 settembre 2014. Anzi, secondo quanto anche lui credeva, è ritornato a casa, al piano di esistenza dal quale tutti siamo venuti. All’epoca in cui era segretario generale del Consiglio Spiritico Internazionale, segnalò: «Uno dei punti che dobbiamo cercare di raggiungere è l’intesa fra tutte le religioni. Naturalmente non possiamo pretendere che tutti pensino in un modo assolutamente uguale, ma possiamo perfettamente cercare un sistema attraverso il quale si possa convivere fraternamente. E in questo caso il lavoro della LBV si rende molto significativo poiché sta aiutando gli uomini ad incontrarsi per convivere fraternamente, nonostante i differenti punti di vista dottrinari, spiritualisti e religiosi».

La morte non esiste

Arquivo BV

Alziro Zarur

Secondo quanto pensava anche il dott. Masotti, cerchiamo di perfezionarci nello sviluppo di questa concezione: «La morte non esiste!». È il grande clamore del Tempio della Buona Volontà, come scrissi alla fine degli anni ottanta sulla pagina: «La portata del TBV». Si tratta di un chiarimento indispensabile nella prevenzione al suicidio che, secondo calcoli dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), sul pianeta porta al decesso una persona ogni 40 secondi. È un problema globale di sanità pubblica che dev’essere affrontato dalla società. Alziro Zarur (1914-1979), che avrebbe compiuto 100 anni il 25 dicembre 2014, ammoniva che «il suicidio non risolve le angosce di nessuno». Buttiamo via qualsiasi tabu e lavoriamo correttamente per impedirlo. Che non manchi, cominciando già dai bambini, la dovuta istruzione spirituale, morale, materiale, nonché il soccorso urgente a coloro che abbiano già manifestato tendenze suicide. L’Amore Fraterno è capace di impedire numerose tragedie!

Così come la Vita, la Speranza non muore mai! Lottare per esse e perseverare nel Bene, sono scelte saggie.

José de Paiva Netto è scrittore, giornalista, conduttore radiofonico, compositore e poeta. È presidente della Legione della Buona Volontà (LBV) e membro effettivo dell’Associazione Brasiliana di Stampa (ABI), della Associazione Brasiliana di Stampa Internazionale (ABI-Inter), della Federazione Nazionale dei Giornalisti (Fenaj), della International Federation of Journalists (IFJ), del Sindacato dei Giornalisti Professionali dello Stato di Rio de Janeiro, del Sindacato degli Scrittori di Rio de Janeiro, del Sindacato dei Radiocomunicatori di Rio de Janeiro e dell’Unione Brasiliana dei Compositori (UBC). Inoltre fa parte dell’Accademia di Lettere del Brasile Centrale. É un autore riconosciuto internazionalmente per la concettualizzazione e la difesa della causa della Cittadinanza e della Spiritualità Ecumeniche che, secondo lui, costituiscono «la culla dei valori più generosi che nascono dall’Anima, la dimora delle emozioni e del raziocinio illuminato dall’intuizione, l’atmosfera che avvolge tutto ciò che trascende il campo volgare della materia e proviene dalla sensibilità umana elevata, ad esempio della Verità, della Giustizia, della Misericordia, dell’Etica, dell’Onestà, della Generosità, dell’Amore Fraterno».