L'Amico che ritorna

Parlerò oggi con voi del ritorno di un Grande Amico dell’Umanità. È un argomento che arreca una grande emozione alle nostre Anime. Indipendentemente dalla linea di pensiero adottata da ognuno di noi, è unanime nei nostri cuori il desiderio di avere vicino qualcuno che ci indichi la buona strada, che ci esemplifichi elevati aspetti di convivenza spirituale, umana e sociale.

Vedo nel ritorno di Gesù, il Cristo Ecumenico e cioè Universale, il Divino Statista, al pianeta Terra una beatitudine per tutte le comunità.

Nelle mie conferenze atraverso radio, televisione, internet e stampa, ho sempre cercato di analizzare tale Sublime Avvenimento. In una di esse, nel mio libro "Apocalipse sem medo" [Apocalisse senza paura], prima ancora dell’inizio dell’attuale millenio, segnalai:

Il Tempo di Dio
Tela: James Tissot (1836-1902)

Detalhe da Obra: A aparição de Cristo no Cenáculo.

Gesù risuscitò al terzo giorno. Vedete bene: risuscitò! (Vangelo secondo Luca, 24:1 a 12):

"[1] Il primo giorno dopo il sabato, di buon mattino, le donne che erano venute con Gesù dalla Galilea, si recarono alla tomba portando con sè gli aromi che avevano preparato.
"[2] Trovarono la pietra rotolata via dal sepolcro;
"[3] ma, entrate, non trovarono il corpo di Gesù.
"[4] Mentre erano ancora incerte, ecco due Angeli apparire vicino a loro in vesti sfolgoranti.
"[5] Essendosi le donne impaurite, chinarono il volto a terra. Essi allora dissero loro: ‘Perché cercate tra i morti Colui che è vivo?"
[6] Egli non è qui. Risuscitò! Ricordatevi come vi parlò quando era ancora in Galilea,
"[7] dicendo che bisognava che il Figlio di Dio fosse consegnato in mani ai peccatori , che fosse crocifisso, e risuscitasse il terzo giorno.’
"[8] Ed esse si ricordarono delle sue parole.
"[9] E, tornate dal sepolcro, annunziarono tutto questo agli undici e a tutti gli altri.
"[10] Erano Maria di Màgdala, Giovanna e Maria, madre di Giacomo. Anche le altre che erano insieme confermarono tali meraviglie agli Apostoli.

Tela: James Tissot (1836-1902)

Título da obra: Maria Madalena e as mulheres santas no túmulo.

"[11] Quelle parole parvero loro come un vaneggiamento e non credettero ad esse.
"[12] Pietro, tuttavia corse al sepolcro. E là chinandosi vide solo le bende. E tornò a casa pieno di stupore per l’accaduto".

Tela: Eugene Burnand (1850–1921)

Giovanna e Pietro

Il Divino Riferimento

Arquivo BV

Dionigi L’Esiguo

Gesù, il terzo giorno tornerà. Ma nel suo Tempo, e non conforme al conteggio umano che è pieno di equivoci. Come fece Dionigi L’Esiguo (470-544). Sbagliò i calcoli che furono usati da Gregorio XIII (1502-1585) nella sua riforma del calendario, nel 1582. Il Cristo non può valersi di una cronologia già nata sbagliata e che, tra l’altro, non viene utilizzata da parecchie nazioni.

Arquivo BV

Gregorio XIII

Tanto per parlare diciamo che il Tempo, per l’analisi di temi profetici, dovrebbe essere calcolato dal momento in cui la Terra apparve nell’Universo. A partire da quel momento troveremmo la data giusta per il Ritorno di Gesù, considerando che così saremmo in conformità con la Programmazione Divina secondo la quale fu strutturato questo pianeta.

Soprattutto non possiamo dimenticare che il Cristo ritorna tutti i giorni nei cuori di Buona Volontà, anche di coloro che non Lo lodano dichiaratamente, poiché Egli è un Sacro Riferimento del Bene al quale non devono esistere frontiere intrasponibili. È un fenomeno spirituale che si verifica dentro di noi, per il quale dobbiamo esercitare gli occhi per vedere e le orecchie per ascoltare, come consiglia il Celestiale Professore nei messaggi alle Sette Chiese dell’Asia, che oggi si trovano in tutto il mondo e che convolgono la Politica, la Scienza, la Filosofia, l’Economia, la Religione, l’Arte, lo Sport e così via.

"Chi ha orecchi, ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese del Signore. Al vincitore darò da mangiare i frutti dell’Albero della Vita Eterna, che sta nel paradiso di Dio". (Lettera di Gesù alla Chiesa di Efeso, Apocalisse, 2:7).

José de Paiva Netto è scrittore, giornalista, conduttore radiofonico, compositore e poeta. È presidente della Legione della Buona Volontà (LBV) e membro effettivo dell’Associazione Brasiliana di Stampa (ABI), della Associazione Brasiliana di Stampa Internazionale (ABI-Inter), della Federazione Nazionale dei Giornalisti (Fenaj), della International Federation of Journalists (IFJ), del Sindacato dei Giornalisti Professionali dello Stato di Rio de Janeiro, del Sindacato degli Scrittori di Rio de Janeiro, del Sindacato dei Radiocomunicatori di Rio de Janeiro e dell’Unione Brasiliana dei Compositori (UBC). Inoltre fa parte dell’Accademia di Lettere del Brasile Centrale. É un autore riconosciuto internazionalmente per la concettualizzazione e la difesa della causa della Cittadinanza e della Spiritualità Ecumeniche che, secondo lui, costituiscono «la culla dei valori più generosi che nascono dall’Anima, la dimora delle emozioni e del raziocinio illuminato dall’intuizione, l’atmosfera che avvolge tutto ciò che trascende il campo volgare della materia e proviene dalla sensibilità umana elevata, ad esempio della Verità, della Giustizia, della Misericordia, dell’Etica, dell’Onestà, della Generosità, dell’Amore Fraterno».