L’equilibrio come obiettivo

Il mondo fisico non più progredirà senza il manifesto aiuto del Mondo Spirituale. Ecco il grande insegnamento che le nazioni dovranno imparare col trascorrere del Terzo Millennio.

Il senso lato della cittadinanza

La crescente maturità di un Popolo, che sta scoprendo i suoi diritti di cittadino, anche se tardivamente, ormai a 217 anni dalla Rivoluzione Francese, finalmente lo farà concludere, che nessun paese potrà sviluppare la propria capacità, il proprio ingegno, continuando in questa distinzione tra signori e schiavi, o chiudendosi come un’ostrica xenofoba, o ancora peggio, aprendosi di forma temeraria, a tal punto di perdere la propria identità, la propria sovranità.

shutterstock

Le masse matureranno poco a poco, fino ad arrivare a comprendere il valore della cittadinanza, in senso lato, poiché non è sufficiente considerare il cittadino appena nel suo contesto fisico, ma bisogna tener presente anche il lato spirituale, giacché qualsiasi componente dei gruppi umani, in conpendio,è costituito da corpo ed anima. In fondo, in principio siamo uno spirito. Ecco il significato completo di cittadinanza, che non può ammettere solo l’analfabetismo dal lato umano, ma anche l’ignoranza negli aspetti spirituali.

Il misconoscimento di questa realtà su cui stiamo discorrendo, favorisce l’incremento delle azioni causatrici della fame, della disoccupazione, il settarismo, il freddo ideale individualista, cioè, egolatra, e tutto ciò che favorisce e aumenta lo scarnio verso coloro che soffrono nella società, perché ricchezza e povertà si situano dentro l’Essere Umano. Esteriorizzarle o no, dipende dalla mentalità e dai fattori culturali (in futuro, chiaramente spirituali), che hanno bisogno di essere esercitati. Questa è una situazione che non attinge unicamente il Brasile, è mondiale: da generazioni e generazioni stiamo offrendo ai bambini e ai giovani poco più che avanzi.

E poi c’è chi si sorprende con il risultato ottenuto da tanta funesta semente, la cultura del crimine, che si compiace nel conflitto tra popoli, od anche in seno alle famiglie, vere guerre civili non dichiarate, dalle quali i ragazzi sono le principali vittime (Apocalipse, 8:7), e causano tante altre tristi conseguenze in tutte le classi sociali. "Prima Trombetta — Appena il primo angelo suonò la trombetta, grandine e fuoco, mescolati a sangue, scrosciarono sulla terra. Un terzo della terra, allora, fu arso, un terzo degli alberi andò bruciato e ogni erba verde vi seccò (l’infanzia e l’adolescenza).

Tela: Sátyro Marques (1935-2019)

Detalhe da obra: O sétimo selo - Os anjos com as suas trombetas.

Non basta solo aprire il finestrino della macchina. È un suicidio sviare la nostra attenzione da questi fatti.

Viviamo in un corpo, ma siamo spirito.

Reprodução BV

Einstein

Urge, e bisogna farlo subito, cambiare la mentalità che spesso esalta il delitto come esempio, lo sfruttamento como meta, l’apatia dinanzi all’errore come una "buona" sistemazione dell’esistenza, per raggiungere un ‘ordine sociale giusto, prodotto da azioni decisive di comunità efficaci, fraternalmente combattive,e di un governo, qualsiasi esso sia, che abbia per obiettivo, far progredire la popolazione del proprio paese, prima che la maggior parte della popolazione o quasi, finisca col perdersi a causa della denutrizione fisica o mentale, che molte volte porta alla disperazione, e come soluzione, alla violenza. Frattanto, sotto nessun pretesto, dobbiamo lasciare da parte il magnanimo aiuto degli amici celesti, fatto questo che chiamiamo Rivoluzione Mondiale degli Spiriti della Luce, o meglio ancora, chiamiamo di angeli custodi. A dire il vero, concreto è lo spirito, senza per questo voler criminosamente disprezzare il corpo che lo veste. Dobbiamo insegnare agli altri quello che i vecchi ci ricordavano e cioè che "il sacco vuoto non resta in piedi ". Dobbiamo avere l’equilibrio come obiettivo. Ricordiamo che l’anima, in nessun modo, deve essere disprezzata, e possiamo dire che ‘viviamo nel corpo, ma siamo spirito’. La nazione che comprenderà e amministrerà questa verità si entusiasmerà e governerà il mondo. La propria scienza lo proclamerà. Dopo Einstein (1879-1955), dove si è nascosta la materia?

L’altra faccia della moneta

Tela: Jacques Louis David (1748-1825)

Napoleone Bonaparte

L’altra faccia della moneta non è per nulla apprezzabile: il clamore della disperazione, accumulato in tutti questi secoli, è pronto ad esplodere. Ricordiamo una meditazione di Bonaparte (1769-1821): "Ogni ora perduta nella gioventù è una possibilità in più di infortunio nell’età adulta ".

Dunque, tutto questo dobbiamo anche applicarlo alle nazioni che nascono, crescono, e diventano adulte solo quando colgono quello che hanno piantato nelle fasi anteriori, onorando e sublimando il proprio patrimonio umano, sociale e spirituale. È questa la sfida che dobbiamo superare nel campo dell’educazione: alleare l’istruzione alla spiritualità. Ho piena coscienza che il Vangelo e l’Apocalisse, lontano dal fare abominevoli fanatismi, ci proporzionano una struttura etica, psichica e spirituale affinché questa trasmutazione occorra. È giunta l’ora: è urgentissimo metterci subito all’opera.

José de Paiva Netto è scrittore, giornalista, conduttore radiofonico, compositore e poeta. È presidente della Legione della Buona Volontà (LBV) e membro effettivo dell’Associazione Brasiliana di Stampa (ABI), della Associazione Brasiliana di Stampa Internazionale (ABI-Inter), della Federazione Nazionale dei Giornalisti (Fenaj), della International Federation of Journalists (IFJ), del Sindacato dei Giornalisti Professionali dello Stato di Rio de Janeiro, del Sindacato degli Scrittori di Rio de Janeiro, del Sindacato dei Radiocomunicatori di Rio de Janeiro e dell’Unione Brasiliana dei Compositori (UBC). Inoltre fa parte dell’Accademia di Lettere del Brasile Centrale. É un autore riconosciuto internazionalmente per la concettualizzazione e la difesa della causa della Cittadinanza e della Spiritualità Ecumeniche che, secondo lui, costituiscono «la culla dei valori più generosi che nascono dall’Anima, la dimora delle emozioni e del raziocinio illuminato dall’intuizione, l’atmosfera che avvolge tutto ciò che trascende il campo volgare della materia e proviene dalla sensibilità umana elevata, ad esempio della Verità, della Giustizia, della Misericordia, dell’Etica, dell’Onestà, della Generosità, dell’Amore Fraterno».