Biografia

José de Paiva Netto scrittore, giornalista, conduttore radiofonico, compositore e poeta nacque il 02 marzo 1941 a Rio de Janeiro, Stato di Rio de Janeiro, Brasile. È presidente della Legione della Buona Volontà (LBV), membro effettivo dell’Associazione Brasiliana di Stampa (ABI), della Associazione Brasiliana di Stampa Internazionale (ABI-Inter), della Federazione Nazionale dei Giornalisti (Fenaj), della International Federation of Journalists (IFJ), del Sindacato dei Giornalisti Professionali dello Stato di Rio de Janeiro, del Sindacato degli Scrittori di Rio de Janeiro, del Sindacato dei Radiocomunicatori di Rio de Janeiro e dell’Unione Brasiliana dei Compositori (UBC). Inoltre fa parte dell’Accademia di Lettere del Brasile Centrale.

Fra gli innumerevoli omaggi ricevuti fu insignito della Medaglia del 1º Centenario dell’Accademia Brasiliana di Lettere (ABL), con la Commenda dell’Ordine di Rio Branco da parte del Ministero delle Relazioni Esteriori, del Grado di Commendatore assegnatagli dal Consiglio dell’Ordine al Merito Aeronautico, nonché della Medaglia del Pacificatore conferito dal Ministero dell’Esercito brasiliano. Sappine di più sugli omaggi resi a Paiva Netto.

Infanzia e Gioventù

È figlio primogenito di Idalina Cecília (1913-1994) e Bruno Simões de Paiva (1911-2000) — che ebbero come loro testimone di nozze Dorival Caymmi (1914-2008) — ed è fratello di Lícia Margarida (1942-2010). La sua infanzia e gioventù sono segnate da una preoccupazione incomune con tematiche spirituali, filosofiche, educative, sociali, politiche, scientifiche ed economiche, oltre che da un profondo senso di ausilio nei confronti delle persone più bisognose.

Ha studiato nel tradizionale Collegio Pedro II, a Rio de Janeiro, nel quale ha ricevuto il titolo di Alunno Eminente con una targa di bronzo nella sede di questo rispettabilissimo collegio modello. Nel 1956, ancora adolescente, iniziò la sua giornata a fianco dell’indimenticabile fondatore della Legione della Buona Volontà il giornalista, conduttore radiofonico, scrittore, poeta e pensatore brasiliano Alziro Zarur (1914-1979). È opportuno rammentare che uno dei primi contatti di Paiva Netto con l’ideale della Buona Volontà, avvenne appunto il 29 giugno di quell’anno.

Sui suoi esordi nella LBV, Paiva Netto ricorda: “Nel 1953 quando avevo 12 anni, ho ricevuto, a Rio de Janeiro, dalle mani di una bella signora negra un opuscolo pubblicato dalla LBV. Tre anni dopo, una bella mattina mi sono svegliato con un forte desiderio di accendere la radio. Quando l'ho fatto, ho ascoltato alla radio Tamoio [più tardi Mondiale], la toccante composizione di Joseph Möhr (1792-1848) e di Franz Gruber (1787-1863), Astro del Ciel: era il 29 Giugno 1956. Incuriosito ho esclamato: ‘Mamma, musica di Natale a giugno?!’ Poi Zarur iniziò a leggere il brano del Vangelo di Gesù secondo Luca 2:14, dove gli Angeli annunciano la sua Nascita Celestiale: 'Gloria a Dio nel più Alto dei Cieli e Pace in Terra agli Uomini di Buona Volontà!’. Dopo aver ascoltato le sue riflessioni dissi risolutamente: ‘Mamma, è con quest’uomo che io lavorerò!’”

E distacca: “Il mio cuore si é risvegliato a questo Sublime ideale. E in quello stesso giorno in cui si rende omaggio a San Pietro e a San Paolo, presi la mia bicicletta e andai volontariamente per strada per chiedere aiuti a favore dell'Istituzione.”

Per potersi dedicare completamente alla LBV ha abbandonato la sua vocazione per la medicina. Alcuni anni dopo è diventato segretario generale della Legione della Buona Volontà (incarico equivalente a quello di Vice Presidente) e, con il decesso di Zarur, ne è divenuto il successore.

Alcune realizzazioni del presidente della LBV

A capo della Legione della Buona Volontà fin dal 1979 moltiplicò le attività dell’Istituzione nei campi dell’istruzione e della promozione umana e sociale attraverso le sue unità di assistenza che includono scuole modello di istruzione basica, case per anziani e Centri Comunitari di Assistenza Sociale. Tali spazi servono per progetti ancora più importanti a cui Paiva Netto si dedica già da parecchio tempo: l’Educazione con Spiritualità Ecumenica, basata su una linea pedagogica d’avanguardia (creata da lui), la quale propone un nuovo modello di apprendimento in cui si uniscono cervello e cuore. Questa proposta educazionale, composta dalla Pedagogia dell’Affetto e dalla Pedagogia del Cittadino Ecumenico, viene applicata con successo nella rete scolastica della LBV nonché nei programmi socio educativi che svolge.

Gli ideali della Buona Volontà non hanno frontiere ed entusiasmano molte nazioni. Oggigiorno le iniziative solidali si espandono verso la LBV dell’Argentina, del Paraguay, dell’Uruguay, della Bolivia, del Portogallo e degli Stati Uniti oltre che verso molte altre regioni del mondo, e vengono mantenute grazie alle donazioni di ogni popolazione locale.

Per via dell’estensione dei suoi programmi, delle sue azioni e dell’eccellenza del lavoro realizzato, la Legione della Buona Volontà conquistò il riconoscimento dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU). Nel 1994 la LBV fu la prima istituzione del terzo settore in Brasile ad associarsi al Dipartimento dell’Informazione Pubblica (DPI) di questo organismo internazionale, e nel 1999 fu la prima istituzione della società civile brasiliana ad ottenere lo status consultivo generale (massimo grado) presso il Consiglio Economico e Sociale (ECOSOC/ONU). Nel 2000 passò ad integrare la Conferenza delle ONG con Relazioni Consultive per le Nazioni Unite (CONGO), con sede a Vienna, in Austria, e nel 2004 fu cofondatrice del Comitato delle ONG su Spiritualità, Valori ed Interessi Globali nelle Nazioni Unite.

Le inaugurazioni del Tempio della Buona Volontà e del Parlamundi della LBV

In data 21 ottobre 1989 Paiva Netto fondò a Brasília, la capitale brasiliana, il Tempio della Buona Volontà (TBV) alla presenza di oltre 50 mila persone. Il Tempio della Pace è il polo dell’Ecumenismo Divino che proclama il contatto socio spirituale fra la creatura ed il Creatore. Proprio per questo è anche conosciuto come il Tempio degli Spiriti Luminosi o delle Anime Benedette poiché, alla fin fine, i morti non muoiono.

Ammirato per l’architettura audace che riflette la sua Spiritualità universalista, il TBV è considerato la maggior costruzione in forma di piramide a sette facce del XX secolo, secondo il Diário de Notícias di Lisbona, Portogallo. Acclamato dal popolo come una delle Sette Meraviglie di Brasilia, il TBV è il monumento più visitato della capitale brasiliana, conforme dati ufficiali della Segreteria di Stato per il Turismo del Distretto Federale (SETUR-DF).

Nel 1994 Paiva Netto fondò, inoltre, nel giorno di Natale di Gesù, il Parlamento Mondiale della Fraternità Ecumenica, il Parlamundi della LBV a fianco del Tempio della Pace, che inaugurò alla presenza di oltre 100 mila persone. Fin dalla sua inaugurazione il complesso ecumenico dell’Istituzione riceve più di 1 milione di pellegrini l’anno.

Commenda dell’Ordine al Merito della Fraternità Ecumenica

Come tributo a tutte le personalità che si sono distinte nel loro campo di azione a favore della diffusione della Pace e della Solidarietà in Brasile e nel mondo, Paiva Netto ha istituito la la Commenda dell’Ordine al Merito della Fraternità Ecumenica, premio che fin dal 1996 è consegnato annualmente nel ParlaMundi. Tra quelli che sono già stati premiati ricordiamo lo statista Mario Soares, ex Presidente e ex Primo Ministro del Portogallo, e Nelson Mandela (1918-2013), Premio Nobel per la Pace nel 1993 e primo Presidente negro del Sud Africa, dal 1994 al 1999; Dalai-Lama Tenzin Gyatso, leader tibetano e Premio Nobel per la Pace nel 1989; l’ex Segretario Generale dell’ONU Kofi Annan (1938-2018); l’Atleta del Secolo 20, Pelé; Francisco Cândido Xavier, medium spiritualista (1910-2002); Don Hélder Câmara (1909-1999), ex Arcivescovo di Olinda e Recife (Stato di Pernambuco). Oltre a questi, molti altri grandi nomi di diversi rami della società brasiliana e mondiale hanno ricevuto questa onorificenza della Commenda dell’Ordine al Merito della Fraternità Ecumenica, consegnata negli Stati Uniti, durante il Brazilian Day in New York. Realizzato annualmente nel cuore di Manhattan per celebrare l’Indipendenza del Brasile, il festival riceve ogni anno più di un milione di persone, consolidandosi come una delle feste popolari più importanti della Big Apple.

Foro Mondiale Spirito e Scienza, della LBV

Il Leader della LBV ha anche creato, nel 2000, il Dibattito Mondiale Spirito e Scienza, della LBV, che è diventato il maggior movimento mondiale del genere nella formazione di nuovi paradigmi del pensiero umano, fondati sulla convergenza e sull’interscambio tra la conoscenza scientifica e le diverse tradizioni religiose, al quale hanno partecipato nomi come l’astronauta nord americano Edgar Mitchell, uno dei tripulanti dell’Apollo 14, il sesto uomo a camminare sulla Luna; Alexander Lazutkin, cosmonauta russo tripulante della Missione MIR-23; i fisici e scrittori Amit Goswami (Stati Uniti), Patrick Drouot (Francia), Waldyr Rodrigues (Brasile); l’astronomo brasiliano Ronaldo Rogério de Freitas Mourão (1935-2014); lo psicologo ed educatore francese Pierre Weil (1924-2008); il lama tibetano Chagdud Tulku Rinpoche, oltre a tante altre pesonalità importanti. L’evento propone più di un dibattito teorico, per stimolare la messa in pratica delle sue proposte nel campo pragmatico delle realizzazioni della società. Ha fondato anche l’Accademia Gesù, il Cristo Ecumenico, composta dall’Istituto di Studi e Ricerche della Scienza dell’Anima e dall’Istituto di Studio, Ricerca e Vivenza del Nuovo Comandamento di Gesù.

Per divulgare la Cittadinanza Spirituale (concetto da lui predicato), Paiva Netto creò la Super Rete Buona Volontà di Comunicazione (radio, TV, internet e pubblicazioni). È uno scrittore riconosciuto internazionalmente ed autore di diversi best-sellers.