Il Sole nasce per tutti

Reprodução BV

Martin Lutero

Il Padre Celestiale è sempre disposto ad offrire reiterate opportunità, mostrandoci un’ infinità di bellezze uniche. Basta pensare che ci mandò Gesù per portarci la Sua formula di elevazione spirituale (Vangelo secondo Giovanni, 3, 16 e 17), descritta nella prospettiva di Martin Lutero (1483-1546) come il passaggio più toccante della Buona Novella.

16 Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il Suo Figlio Unigenito, perché chiunque crede in Lui non muoia, ma abbia la vita eterna.

17 Dio ha mandato Suo Figlio nel mondo, non per giudicare il mondo, ma perché il mondo fosse salvato da Lui.

Tela: James Tissot (1836-1902)

Gesù

Dunque da questa Dimensione Celestiale di ascensione morale e spirituale delle creature dipenderà la definitiva elevazione sociale delle masse se queste, con convinzione e quindi con perseveranza, metteranno in pratica quest’ insegnamento del Cristo (Vangelo secondo Matteo, 6:33):

- Cercate prima il Regno di Dio e la Sua Giustizia, e tutte le cose materiali vi saranno date in aggiunta.

Di fronte a questo magnifico percorso di liberazione divina quante volte, a causa di un’ insignificante sgarbatezza, dimentichiamo le prodigalità che il Padre ha preparato affinché noi non rimaniamo fermi nel tempo aggrovigliati tra gli artigli dell’ignoranza.

Tutto è finito, invece no, per niente!

Molte volte Tu sei disperato (o disperata) ed esclami: “È finito tutto! Non esiste più niente!”. Il sole però continua a splendere là fuori; l’aria ad espandersi intorno a te; la vita, a vivere... L’Umanità persiste, piena di speranza. Le persone si amano, esistono, realizzano... Ciò nonostante Tu vedi e senti tutto con amarezza, perché ti sei reso particolarmente amaro (o amara).

Duemila anni or sono però, Gesù avvertiva:

- Se i tuoi occhi sono tenebre, che grandi tenebre saranno! (Vangelo secondo Matteo, 6, 23). [E cioè, come sarà cupo il tuo destino!]

Tuttavia millenni di Cristianesimo umano sono trascorsi. E proprio quando il Maestro si sta avvicinando per illuminare il pianeta con il Suo Cristianesimo totale, elevando veramente la traiettoria terrena, malgrado tutte le apparenze contrarie, tramite mezzi che soltanto Lui conosce, Tu stai pensando di rinunciare?!... Vuoi “lasciar perdere” dopo aver attraversato oceani di lotte e difficoltà che sembravano volerti affogare nella disperazione?!

Divulgação

Papa Giovanni XXII

Nei momenti di scoraggiamento rammenta questa frase del compianto Papa Giovanni XXII (1881-1963) il quale, con il suo noto ottimismo, affermava:

Sono sempre ottimista, anche quando esprimono vicino a me una profonda inquietazione sul destino dell’Umanità.

Il Sole nasce per tutti. Non ha colpa se l’egoismo è ancora in vigore sulla Terra. Quousque tandem, Catilina?

Arquivo BV

Wiston Churchill

Wiston Churchill (1874-1965) fu un esempio di persistenza. Nella fase drammatica in cui, con polso forte, conduceva la sua “piccola isola” per resistere ad Adolf Hitler (1889-1945), la sua voce si alzava contro la paura. E il popolo si rafforzava nella ferrea decisione di non cedere ai nazisti. Questo fa già parte della Storia.

Tuttavia con queste parole che descrivono esattamente la sua forte determinazione, a tutt’oggi ci invita a non scoraggiarci mai:

Non desistere mai,
Mai, mai, mai!
Da nulla, grande o piccolo,
Importante o insignificante...
Non desistere mai!

Il provvedimento giusto è, quindi, non arrendersi in nessuna occasione di fronte alle sfide dell’esistenza física e spirituale. Ma cerca di capire, soprattutto, la lezione dell’Educatore Celestiale, così come l’hanno capita i Suoi Apostoli: insisti sempre un po’ di più e sentirai che la tua redenzione è vicina.

Disse il Cristo:

- Con la vostra perseveranza salverete le vostre anime (Vangelo secondo Luca, 21, 19).

Perciò è saggio conservare quest’ avvertimento divino nel cuore e nella mente in tutti i momenti della nostra vita. In questo modo ci avvicineremo sempre più alla felicità eterna ed alla gloria di Dio.

Gesù è il forte messaggio di speranza in un’epoca di tanta delusione per molti.

José de Paiva Netto è scrittore, giornalista, conduttore radiofonico, compositore e poeta. È presidente della Legione della Buona Volontà (LBV) e membro effettivo dell’Associazione Brasiliana di Stampa (ABI), della Associazione Brasiliana di Stampa Internazionale (ABI-Inter), della Federazione Nazionale dei Giornalisti (Fenaj), della International Federation of Journalists (IFJ), del Sindacato dei Giornalisti Professionali dello Stato di Rio de Janeiro, del Sindacato degli Scrittori di Rio de Janeiro, del Sindacato dei Radiocomunicatori di Rio de Janeiro e dell’Unione Brasiliana dei Compositori (UBC). Inoltre fa parte dell’Accademia di Lettere del Brasile Centrale. É un autore riconosciuto internazionalmente per la concettualizzazione e la difesa della causa della Cittadinanza e della Spiritualità Ecumeniche che, secondo lui, costituiscono «la culla dei valori più generosi che nascono dall’Anima, la dimora delle emozioni e del raziocinio illuminato dall’intuizione, l’atmosfera che avvolge tutto ciò che trascende il campo volgare della materia e proviene dalla sensibilità umana elevata, ad esempio della Verità, della Giustizia, della Misericordia, dell’Etica, dell’Onestà, della Generosità, dell’Amore Fraterno».