Educatore

João Periotto
O educador Paiva Netto com alunos da Supercreche Jesus, que integra o Conjunto Educacional Boa Vontade.

Innovatore e con la costante preoccupazione per l'accesso a un'Istruzione di qualità rafforzata dai valori della Cittadinanza Solidale, Paiva Netto è proponente e consolidatore di una linea educativa, composta dalla Pedagogia dell’Affetto (per i bambini fino ai 10 anni) e dalla Pedagogia del Cittadino Ecumenico (a partire dagli 11 anni).

Applicata pionieristicamente, alcuni decenni or sono, in tutta la rete scolastica e nei programmi socio educativi della LBV, questa proposta ha come fondamenta le seguenti parole del suo creatore: “L’affetto che ispira la nostra linea pedagogica, da un punto di vista più ampio è, oltre ad un sentimento elevato dell’Anima, una strategia politica, ugualmente intesa nella sua indole più innalzata, consono alla Giustizia Sociale come una strategia di sopravvivenza per l’individuo, i popoli e le nazioni.”

Questa proposta pedagogica, “si basa sui valori oriundi dall’Amore Fraterno, portato sulla Terra da parecchi luminari, spiccatamente da Gesù, il Cristo Ecumenico, il Divino Statista”, nelle parole dell’ideatore di questa innovatrice linea, che viene applicata con successo nella rete scolastica della LBV e nei programmi socio educativi da essa svolti.

La linea educativa ha una metodologia propria, il Maprei (Metodo d’Apprendistato tramite Ricerca Razionale, Emozionale ed Intuitiva), che ha l’obiettivo di sviluppare negli alunni l’abilità investigativa, per mezzo dell’incentivo alla ricerca ed all’approfondimento di temi, il coltivo dell’intuizione, oltre a stimolare gli educatori ad essere degli eterni apprendisti, costruendo il sapere con la speranza di una società giusta, fraterna e solidale.

Priscilla Antunes

Professore Arnaldo Niskier

La permanente preoccupazione del dirigente della LBV di proporzionare alle persone più emarginate l’accesso ad un’Educazione che unisca l’istruzione alla Spiritualità Ecumenica, per il professore Arnaldo Niskier, ex Presidente dell’Accademia Brasiliana di Lettere (ABL) è “uno sforzo notevole. Paiva Netto ci ha portato una metodologia scolastica inedita, che ha bisogno di professori specializzati che purtroppo non sono ancora disponibili e che, pertanto, dovranno essere preparati entro una sistematica originale e rivoluzionaria dal punto di vista pedagogico”.

Cida Linares

Dois aspectos marcantes de Paiva Netto: o caráter de educador e sua forte ação humanitária. Não por acaso, é o criador da Pedagogia do Afeto e da Pedagogia do Cidadão Ecumênico, que compõem a linha educacional aplicada, com sucesso, nas unidades da LBV.

La fama di un lavoro così importante ha spinto l’indimenticabile giornalista Ibrahim Sued (1924-1995) a scegliere Paiva Netto per un’intervista sugli orientamenti dell’Istruzione; è stata l’ultima grande intervista della lunga e vittoriosa carriera di Ibrahim, considerato il precursore del giornalismo sociale brasiliano, per aver intervistato poche e selezionate personalità, tra le quali il presidente nord americano John Kennedy (1917-1963), il Papa Paulo VI (1897-1978) e, durante l’inaugurazione della città di Brasilia, il presidente brasiliano Juscelino Kubitschek (1902-1976). La Pedagogia del Cittadino Ecumenico è anche oggetto di segnalazione da parte di personalità di tutto il mondo, presenti ai più svariati eventi in cui partecipa la Legione della Buona Volontà, soprattutto nell’Organizzazione delle Nazioni Unite, portando le sue raccomandazioni e buone pratiche nel campo dell’istruzione.

In una di codeste occasioni, nel 2007, si manifestò la direttrice del Dipartimento di Eradicazione della Povertà del Ministero della Pianificazione Economica ed Empowerment della Repubblica della Tanzania, Anna Mwasha: “La LBV sta facendo un lavoro meraviglioso, con la garanzia soprattutto che i bambini ricevano un’Istruzione di qualità e valori. Sono valori differenziati, che sviluppano il cervello ed il cuore dei bambini. In un futuro non lontano questi bambini faranno la differenza nella società cambiandola completamente, per far sì che la Pace trionfi dappertutto. Tutto questo mi ha lasciato molto emozionata. Nei paesi più sviluppati si parla molto di migliorare la qualità dell’Istruzione, ma a me sembra che la Legione della Buona Volontà lotta, principalmente, per formare il carattere dei bambini con l’Amore e fare in modo che loro possano diventare persone calme e coscienti. Un’Istruzione che si basi su tali valori può cambiare completamente la società, dove le persone vivono in Pace e, quindi, migliorare tutto il mondo. Ecco il perché del simbolo della LBV, il cuore azzurro. Questo simbolo significa molto, perché vuol significare l’Amore come simbolo globale. E se qualcuno ha Amore, noi sappiamo che lì abita la Pace, che lo sviluppo è lì.”.