Un giorno ognuno imparerà a governare se stesso

Fonte: Libro «As Profecias sem Mistério» [Le Profezie senza Mistero] del 1998. | Aggiornato nell’agosto 2017.

Vi è ancora molta gente che rimane sconvolta quando sentono parlare di Apocalisse. Eppure essa contiene tanti brani splendenti, pari alla poesia più bella, nonostante il messaggio forte. In passato qualcuno avrebbe detto che il Libro Profetico Divino nel Nuovo Testamento sarebbe la prova del disamore di Dio verso le sue creature. Possiamo semplicemente concludere che, sebbene rispettabile, il caro fratello non ha mai letto i suoi chiarificatori insegnamenti oppure che l’ha fatto affrettatamente. [...] La cultura materiale non basta. Perciò è necessario alleare all’istruzione comune sui temi umani, per più elevati che siano – Letteratura, Lingue, Fisica, Matematica, Economia, Chimica, Storia, Geografia, Arte, Arte Domestica, ecc. ─ le conoscenze spirituali che compongono l’insegnamento raffinatissimo affinché possiamo essere migliori gli uni verso gli altri. Per questa ragione lottiamo per lo Sviluppo Sociale e Sostenibile, l’Istruzione e la Cultura, l’Arte e lo Sport perché ci sia la Coscienza Socio Ambientale, l’Alimentazione, la Sicurezza, la Salute ed il Lavoro con Spiritualità Ecumenica per il progresso dei popoli, motto che abbiamo impiantato nelle Istituzioni della Buona Volontà, le IBV. È un metodo che sta propiziando buoni frutti alla nostra società.

Arquivo BV

Alziro Zarur

Lo studio dell’Apocalisse ─ in Spirito e Verità, alla luce del Comandamento Nuovo dell’Amore di Cristo: «Amatevi come Io vi ho amato. Soltanto così potrete essere riconosciuti come miei discepoli, se avrete lo stesso Amore gli uni per gli altri.» (Vangelo secondo Giovanni, 13:34 e 35) — è primordiale affinché si sappia veramente cosa stiamo facendo sulla Terra. Un giorno, seppur distante, l’essere umano sarà talmente compenetrato nel compimento dei propri doveri, innanzitutto spirituali e morali, che il concetto di leadership soffrirà una profonda maturazione e gli uomini giudiziosamente governeranno se stessi perché l’educazione deve aver inizio nel cuore. Infine, come dice l’antico precetto di Alziro Zarur (1914-1979): «Governare è insegnare a ognuno a governare se stesso.»

Reprodução BV

Socrate 

Il che comprende rieducare anche gli educatori, quindi la Crociata di Rieducazione Generale della Religione di Dio, del Cristo e dello Spirito Santo. Una gran parte delle scuole non stimola l’uomo o la donna a riflettere, a ragionare. Socrate (circa 470-399 a.C.), con la sua riconosciuta saggezza, modestamente proclamava che quanto più sapeva più si convinceva che aveva ancora molto da imparare. Il segreto dell’incredibile successo ottenuto da colui che riesce veramente a capire di essere il solo responsabile dei propri atti, smettendo di addossare colpe a terzi, si trova nel Vangelo-Apocalisse, per colui che ha «occhi per vedere ed orecchie per ascoltare» e che non si assoggetta a nessun pregiudizio, pur travestito dall’intellettualità più avanzata.

José de Paiva Netto è scrittore, giornalista, conduttore radiofonico, compositore e poeta. È presidente della Legione della Buona Volontà (LBV) e membro effettivo dell’Associazione Brasiliana di Stampa (ABI), della Associazione Brasiliana di Stampa Internazionale (ABI-Inter), della Federazione Nazionale dei Giornalisti (Fenaj), della International Federation of Journalists (IFJ), del Sindacato dei Giornalisti Professionali dello Stato di Rio de Janeiro, del Sindacato degli Scrittori di Rio de Janeiro, del Sindacato dei Radiocomunicatori di Rio de Janeiro e dell’Unione Brasiliana dei Compositori (UBC). Inoltre fa parte dell’Accademia di Lettere del Brasile Centrale. É un autore riconosciuto internazionalmente per la concettualizzazione e la difesa della causa della Cittadinanza e della Spiritualità Ecumeniche che, secondo lui, costituiscono «la culla dei valori più generosi che nascono dall’Anima, la dimora delle emozioni e del raziocinio illuminato dall’intuizione, l’atmosfera che avvolge tutto ciò che trascende il campo volgare della materia e proviene dalla sensibilità umana elevata, ad esempio della Verità, della Giustizia, della Misericordia, dell’Etica, dell’Onestà, della Generosità, dell’Amore Fraterno».