L’Armageddon a tavola

Dobbiamo imparare a rispettare la Vita, altrimenti la dea morte moltiplecherà il suo lavoro. Fu quanto affermai nel 1991, a Serra do Pilar, in Vila Nova de Gaia, in Portogallo, mentre filmavo il Programma Buona Volontà per il canale televisivo brasiliano Bandeirantes.

Molti pensano che l’Armageddon (Apocalisse, 16:16) si riferisca soltanto alla possibilità di una guerra nucleare, chimica, batteriologica, cibernetica. Ma la mancanza di rispetto alla creatura umana, che nell’utero materno neppure può difendersi, è un Armageddon. Il crimine organizzato è un Armageddon. L’analfabetismo materiale e spirituale è un Armageddon. L’implosione della famiglia è un Armageddon. Il progresso tecnologico senza lo spirito di solidarietà sociale è un Armageddon. Il fanatismo religioso è un Armageddon. Il materialismo sfrenato è un Armageddon. La fame è un Armageddon. L’Armageddon è sulla nostra tavola: i vegetali pieni di agrotossici, la carne zeppa di antibiotici ed ormoni. L’Armageddon si riflette sulle acque inquinate degli oceani, dei laghi, dei fiumi e persino delle sorgenti. I flagellati dalla siccità subiscono un Armageddon. Uscire per strada per recarsi al lavoro, a scuola, oppure per godersi uno svago senza che ci sia la certezza di un rientro tranquillo a casa per causa della violenza e dell’insicurezza che oggi si manifestano dappertutto non è forse un Armageddon? La mancanza d’amore nei cuori è un Armageddon. Le persone restano in attesa dell’Armageddon mentre c’è già ...

Jasmin Schreiber-Unsplash

Cibi contaminati

A questo proposito ho ricevuto dalla lettrice Lucí Andréa, specialista in Commercio Estero, un ammonimento dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il cui contenuto viene incontro a ciò che abbordiamo in questo articolo e del quale abbiamo scelto questi brani significativi: "Cibi e bibite contaminati sono collegati alla morte di circa 2 milioni di persone all’anno — inclusi molti bambini. I cibi che contengono batteri nocivi, virus, parassiti o sostanze chimiche sono i responsabili di oltre 200 infermità che vanno dalla diarrea fino al cancro. Nuove minacce alla sicurezza alimentare sorgono costantemente. Modificazioni nella produzione, distribuzione e consumo di cibi; modificazioni nell’ambiente; nuovi ed emergenti agenti patogeni; resistenza antimicrobica — tutti questi fattori costituiscono delle considerevoli sfide per i sistemi nazionali di controllo alimentare. I successivi aumenti del turismo e del commercio estero rendono ancora più grave la probabilità che la contaminazione si possa diffondere mondialmente".

shutterstock

Rispetto per la Vita

Divulgação

Henry Ford

Tutti i problemi, però, hanno una soluzione quando gli esseri umani sono veramente disposti a risolverli. È una questione di rispetto per il divino privilegio di esistere. Proprio per questo, qui si inserisce perfettamente questo pensiero di Henry Ford (1863-1947) che definì la Buona Volontà la forza più grande della Vita: "I tempi di ricchezza non nascono per caso. Sono il risultato di molto sforzo e persistenza".

José de Paiva Netto è scrittore, giornalista, conduttore radiofonico, compositore e poeta. È presidente della Legione della Buona Volontà (LBV) e membro effettivo dell’Associazione Brasiliana di Stampa (ABI), della Associazione Brasiliana di Stampa Internazionale (ABI-Inter), della Federazione Nazionale dei Giornalisti (Fenaj), della International Federation of Journalists (IFJ), del Sindacato dei Giornalisti Professionali dello Stato di Rio de Janeiro, del Sindacato degli Scrittori di Rio de Janeiro, del Sindacato dei Radiocomunicatori di Rio de Janeiro e dell’Unione Brasiliana dei Compositori (UBC). Inoltre fa parte dell’Accademia di Lettere del Brasile Centrale. É un autore riconosciuto internazionalmente per la concettualizzazione e la difesa della causa della Cittadinanza e della Spiritualità Ecumeniche che, secondo lui, costituiscono «la culla dei valori più generosi che nascono dall’Anima, la dimora delle emozioni e del raziocinio illuminato dall’intuizione, l’atmosfera che avvolge tutto ciò che trascende il campo volgare della materia e proviene dalla sensibilità umana elevata, ad esempio della Verità, della Giustizia, della Misericordia, dell’Etica, dell’Onestà, della Generosità, dell’Amore Fraterno».