Comunicatore

João Preda

Paiva Netto

Nel corso di quasi sei decenni Paiva Netto va distinguendosi nel campo della comunicazione non soltanto come protagonista, ma in qualità di suo grande incentivatore. Ha creato la Casa Editrice Elevação, lo Grafica Boa Vontade, la Casa Discografica Som Puro, il Portale Buona Volontà (oltre ad innumerevoli canali su internet in diverse lingue), la Super Rete Buona Volontà di Radio, la Boa Vontade TV e la TV Reeducar — Rede Educação e Futuro de Televisão, le ultime tre con decine di emittenti dal Nord al Sud del Brasile.

Tramite la comunicazione stampata, lui ha pubblicato innumerevoli opere, fra cui si distinguono la rivista JESUS ESTÁ CHEGANDO! [GESÙ STÀ ARRIVANDO!] e BOA VONTADE [BUONA VOLONTÀ], facendole arrivare in altre nazioni tradotte in decine di lingue. Tutti questi importanti mass media riportano le realizzazioni delle Istituzioni della Buona Volontà (IBV), oltre a propagare le bandiere di Valorizzazione della Vita e della Spiritualità Ecumenica.

VOCAZIONE

Il dono della comunicazione si rivela in lui sin da giovane. È opportuno rammentare che uno dei suoi primi contatti con l’ideale della Buona Volontà avvenne giustamente attraverso la comunicazione il 29 giugno 1956 — data che segna l’inizio della traiettoria di Paiva Netto nella LBV. Con profonda dedizione e zelo nello svolgere le proprie mansioni iniziò subito a fare la sonorizzazione delle registrazioni radiofoniche dell’indimenticabilefondatore dell’Istituzione, il giornalista, conduttore radiofonico e poeta Alziro Zarur (1914-1979), per via del suo talento ed interesse nei confronti della musica classica.

Arquivo BV

Alziro Zarur e Paiva Netto

Il contatto con Zarur aumentò ancora di più il suo interesse verso l’Essere Umano e i riguardi nei confronti dello Spirito. Con Zarur esordì anche nelle professioni di conduttore radiofonico negli anni ’50, e di giornalista nel 1961, quando scrisse l’articolo Ricetta di un giovane per i giovani il giorno 8 ottobre, e che presentò il giorno 10 attraverso la Radio Mondial (precedentemente Radio della Buona Volontà). Il 15 dello stesso mese Alziro Zarur lo pubblicò sulla Gazeta de Notícias di Rio de Janeiro (Brasile). Per parecchio tempo scrisse la parte inferiore della colonna di Zarur sul periodico, come riferisce il creatore stesso della Legione della Buona Volontà. Il 3 maggio 1978 Paiva Netto promise ad Alziro Zarur di raccogliere il contenuto dottrinario della LBV e di pubblicarlo. L’indimenticabile fondatore della Legione della Buona Volontà gli rispose: “Paiva, soltanto un grande amico avrebbe potuto realizzare un lavoro di questa portata. Te ne sono molto grato”.

VALORIZZAZIONE DELLA VITA

Da allora promuove attraverso la comunicazione stampata campagne a favore della Vita, della Fraternità, della Spiritualità Ecumenica divulgando il messaggio delle Istituzioni della Buona Volontà agli angoli più distanti del pianeta su importanti giornali e riviste nazionali ed internazionali. Oggigiorno si calcola che approssimatamente duemila veicoli di mass media stampata e on line abbiano già divulgato i suoi testi.

Per tutto questo lavoro svolto da lui, il giornalista e conduttore radiofonico Paiva Netto è da molti considerato “il più grande comunicatore del Brasile”, come scrisse l’apprezzato giornalista brasiliano Moacir Japiassu nell’articolo di fondo del Jornal dos Jornais – la rivista della stampa n.17 del mese di agosto del 2000.

Momenti storici

Foto: Arquivo BV